Contratto a tempo determinato e attività stagionali

Il Ministero del Lavoro, con interpello 15/2016, ha affermato che, in base alla formulazione letterale dell’art. 19, comma 2, d.lgs. 81/2015, appare corretto ritenere che i contratti a termine conclusi per lo svolgimento di attività stagionali costituiscono una eccezione al limite di durata massima stabilito ex lege o, in alternativa, dalla contrattazione collettiva. Ne consegue, quindi, che eventuali periodi di lavoro caratterizzati da stagionalità non concorrono alla determinazione del limite di durata massima di cui all’art. 19, comma 1, che opera invece per i contratti a termine stipulati per lo svolgimento di attività non aventi carattere stagionale.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.