Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e repechage

La Cassazione, con sentenza 9467/2016, ha affermato che l’obbligo di repechage, in caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo viene meno nel caso in cui, pur a fronte della accettazione del lavoratore, le mansioni siano di carattere inferiore e non omogenee rispetto alle competenze professionali.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.