Decorrenza del licenziamento disciplinare

La Cassazione, con sentenza 8180/2016, ha affermato che, seppur il lavoratore abbia presentato le proprie giustificazioni prima del decorso dei 5 giorni, previsti dall’art. 7, comma 5, l. 300/1970, il termine finale per l’irrogazione della sanzione espulsiva del licenziamento decorre dalla scadenza del termine previsto dalla legge per le contro deduzioni. Il termine di 5 giorni rappresenta una garanzia per il lavoratore e, pur se lo stesso lo ha esercitato pienamente prima della scadenza, il datore di lavoro ha la facoltà di irrogare il provvedimento, ma non l’obbligo prima del tempo massimo concesso.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.