Licenziamento per superamento del comporto e legge 104/1992

La Cassazione, con sentenza 3065/2016, ha affermato che in caso di licenziamento di un lavoratore per superamento del periodo di comporto, nel computo dello stesso non devono rientrare i periodi di aspettativa non retribuita, usufruiti in base ai benefici della l. 104/92, anche se questi ultimi sono consecutivi a un periodo di assenza per malattia o aspettativa.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.