Il nuovo modello di cartella di pagamento recentemente approvato dall'Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate, con provvedimento 27036/2016, ha approvato il nuovo modello di cartella di pagamento destinato a sostituire il precedente approvato nel 2012. Le principali novità introdotte sono: A) razionalizzazione delle indicazioni utili al contribuente per l'assolvimento del debito, riunendo nella medesima sezione ("Dove e come pagare") tutte le informazioni relative alle molteplici modalità di pagamento; B) adeguamento della terminologia attinente alle somme spettanti all'Agente della riscossione, sostituendo la parola "compensi" con "oneri della riscossione"; C) razionalizzazione delle "Avvertenze" a seguito delle modifiche normative in materia di contenzioso tributario apportate dal d.lgs. 156/2015, ottenuta: ridenominando la sezione "Presentazione del reclamo/mediazione e del ricorso" in "Presentazione del ricorso", eliminando ogni riferimento alla pregressa disciplina che imponeva al contribuente di presentare, in via preliminare, un'istanza di reclamo - mediazione; adeguando il riferimento al limite di valore della controversia ai fini della costituzione in giudizio senza l'assistenza tecnica di un difensore innalzato da € 2.582,28 a € 3.000; sopprimendo il foglio Avvertenze relativo alle sanzioni amministrative. Trattasi, dunque, di auspicabili correzioni formali, in attesa di modifiche più sostanziali alla riscossione di imposte e tributi.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.