Il tempo di spostamento casa-cliente per la Corte di Giustizia Europea è orario di lavoro

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea, con sentenza C-266/2014 del 10 settembre 2015, ha affermato che per i lavoratori senza luogo fisso di lavoro il tempo di percorrenza tra il domicilio e il primo luogo di lavoro della giornata lavorativa e quello di ritorno dall’ultimo luogo di lavoro al domicilio devono essere inclusi nella nozione comunitaria di orario di lavoro in quanto sussiste il potere direttivo anche relativamente all’ordine degli appuntamenti o agli spostamenti.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.