Basta la negligenza per licenziare un dirigente

La Cassazione, con sentenza 24941/2015, ha fornito importanti precisazioni circa la peculiarità e centralità dell’elemento fiduciario nel rapporto di lavoro dirigenziale, in particolare ai fini del licenziamento disciplinare. Secondo la Cassazione, il datore può intimare il recesso (anche per giusta causa) in ragione di una condotta negligente o colpevole in senso lato del dirigente, qualora essa sia suscettibile di pregiudicare in modo irreparabile il rapporto di fiducia tra le parti.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.