Regime contributivo previdenziale ed assistenziale del contributo di solidarietà

Il Ministero del Lavoro, con interpello 33/2015, ha fornito chiarimenti in merito al regime contributivo previdenziale e assistenziale da applicare al contributo di solidarietà per le aziende non rientranti nel campo di applicazione della cassa integrazione salariale (art. 5, comma 5, l. 236/1993) in particolare nel caso in cui l'azienda decida di erogare il contributo spettante in favore del lavoratore. Secondo il Ministero, si deve ritenere che il regime di contribuzione figurativa vada riferito all’ammontare della retribuzione persa dal lavoratore per effetto della stipula dei contratti di solidarietà, a prescindere dalla devoluzione della quota di contributo già assegnata dal datore di lavoro ai lavoratori.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.