Responsabilità solidale e sanzioni civili

Il Tribunale di Monza, con ordinanza del 7 aprile 2015, ha affermato che l’art. 29, comma 2, d.lgs. 276/2003 è stato modificato dall’art. 21, comma 1, d.l. 5/2012 (convertito in l. 35/2012), escludendo espressamente l’estensione della responsabilità solidale del committente alle sanzioni civili. Tale norma deve considerarsi espressione di un principio già racchiuso nella normativa precedente, che nulla disponeva al riguardo nei confronti del committente, se non la responsabilità solidale per i contributi previdenziali dovuti. Trattasi di norma indubbiamente eccezionale e, quindi, di stretta interpretazione, in quanto con la stessa il committente è chiamato a rispondere per l’altrui inadempimento su basi meramente oggettive. In mancanza di un’esplicita estensione, deve ritenersi che anche nell’originaria formulazione esulassero dal suo ambito di operatività le sanzioni civili.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.