L'obbligo di repechage esula dal fatto posto a base del licenziamento

Il Tribunale di Padova, con ordinanza del 21 dicembre 2014, ha affermato che nel caso di licenziamento per giustificato motivo oggettivo il mancato assolvimento dell'onere di provare l'impossibilità di repechage, comporta l'applicazione dell'art. 18, comma 5, St.Lav., con sicura esclusione della reintegrazione in servizio.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.