Validazione diffida accertativa emessa nei confronti di società fallita

Il Ministero del Lavoro, con nota 4684/2015, ha fornito alcuni chiarimenti ai propri ispettori circa l’emanazione della diffida accertativa e del suo carattere di titolo esecutivo, tramite validazione del direttore della DTL. I presupposti fondamentali per l’emissione del provvedimento di diffida accertativa è che il credito vantato dal lavoratore sia certo, liquido ed esigibile. Nel caso di specie, qualora ci si trovi di fronte ad una società fallita, non ci può essere la validazione della diffida accertativa in quanto manca il requisito del titolo esecutivo.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.