Niente licenziamento se l’ufficio soppresso viene creato ad hoc

La Cassazione, con sentenza 1262/2015, ha affermato che in presenza di un licenziamento economico giustificato con la soppressione dell’ufficio cui era addetto da pochi mesi il lavoratore, il giudice di merito è tenuto a verificare se il presupposto oggettivo posto alla base del recesso datoriale rispondeva a un’effettiva e genuina esigenza aziendale, o se costituiva una modalità organizzativa finalizzata solo a precostituire le ragioni del successivo provvedimento espulsivo.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.