Modificato il valore del c.d. ticket sui licenziamenti

L’Inps, con circolare Inps 19/2015, ha specificato che il contributo, per l’anno 2015, dovuto dai datori di lavoro in caso di licenziamento di un lavoratore a tempo indeterminato (previsto dalla l. 92/2012), è pari a 490,10 euro per ogni anno di lavoro effettuato fino a un massimo di 3 anni (l’importo massimo del contributo è pari a 1.470,30 euro per rapporti di lavoro della durata pari o superiore a 36 mesi). Detto contributo è calcolato sul 41% dell’indennità Aspi che è stata rivalutata, sempre per il 2015, a 1.195,37 euro. Il ticket va corrisposto in caso di licenziamento di un lavoratore subordinato a tempo indeterminato, compreso il rapporto intermittente, il tempo parziale e i rapporti trasformati da tempo determinato a tempo indeterminato (in questo caso, il calcolo del contributo deve avvenire dal 1° giorno di lavoro a termine). Il ticket va calcolato tenendo conto delle frazioni di anno di anzianità dei lavoratori, nel limite massimo degli ultimi 36 mesi.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.