Professionista e applicazione Irap

La Cassazione, con sentenza 1544/2015, ha affermato che un professionista non può essere assoggettato a Irap per il solo fatto che si sta avvalendo della prestazione di una inserviente, per giunta a part time. I giudici della Suprema Corte hanno ritenuto che per integrare il presupposto impositivo dell’autonoma organizzazione non è da ritenere sufficiente la mera prestazione collaborativa non collegata al concreto contenuto qualitativo e quantitativo delle prestazioni stesse. In definitiva, la mera sussistenza di un rapporto di lavoro dipendente non costituisce indice indefettibile della presenza di un’autonoma organizzazione.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.