Decadenza dell’impugnazione. Contestazione della mera intenzione di licenziamento per motivo oggettivo

Il Tribunale di Padova, con ordinanza del 22 maggio 2014, ha affermato che nel caso di licenziamento per g.m.o. con procedura preventiva di conciliazione, il lavoratore decade dall’impugnazione se si limita a contestare la lettera con cui il datore di lavoro ha espresso la mera intenzione di procedere al futuro licenziamento e non quella di vero e proprio licenziamento inviata a seguito dell’esperimento dell’incombente conciliativo.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.