Licenziamento per assenza ingiustificata

La Cassazione, con sentenza 25380/2014, ha affermato la legittimità del licenziamento per giusta causa, nei confronti di un lavoratore che non comunica tempestivamente le motivazioni del mancato rientro in servizio o, addirittura, fornisce informazioni non veritiere per l’assenza. In particolare, secondo i giudici della Suprema Corte, l’assenza prolungata e ingiustificata ha compromesso irrimediabilmente il rapporto fiduciario tra le parti.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.