Contratto a termine per punte di intensa attività

La Cassazione, con sentenza 17617/2014, ha affermato che nell’ambito delle ragioni di carattere tecnico, produttivo, organizzativo o sostitutivo che, anche se riferibili all’ordinaria attività dell’azienda, consentono il ricorso al contratto a termine o alla somministrazione di lavoro a tempo determinato, rientrano le punte di intensa attività non fronteggiabili con il ricorso al normale organico; ne consegue che il riferimento a queste ultime può costituire valido requisito formale di tali tipi di contratto.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.