Controllo a distanza dell’attività dei lavoratori

Il Tribunale di Napoli, con ordinanza del 22 luglio 2014, ha affermato che ai sensi dell’art. 28 l. 300/1970 non costituisce condotta antisindacale il comportamento del datore di lavoro che, in materia di controllo a distanza dell’attività dei lavoratori, proceda all’installazione di un sistema di videosorveglianza, a seguito della stipula di un accordo ex art. 4, comma 2, l. 300/1970, con la maggioranza degli organi di coordinamento delle r.s.a. Tale accordo risulta legittimo ai sensi e per gli effetti dell’art. 8 d.l. 138/2011, convertito in l. 148/2011, nonché in ragione dell’accordo quadro nazionale del 15 aprile 2014 stipulato dall’ABI con le organizzazioni sindacali nazionali.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.