Criteri di individuazione dei c.c.n.l. comparativamente più rappresentativi

Il Tar del Lazio, con sentenza 8865/2014, ha respinto il ricorso presentato dall’UNCI e dalla CONFSAL per l’annullamento della lettera circolare del Ministero del Lavoro dell’1 giugno 2012, concernente i criteri di individuazione dei c.c.n.l. comparativamente più rappresentativi, e ha chiarito che in caso di pluralità di contratti collettivi intervenuti per la medesima categoria, la retribuzione da assumere come base per il calcolo dei contributi previdenziali e assistenziali è quella stabilita dai contatti collettivi stipulati dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro comparativamente più rappresentative nella categoria.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.