Classificazione delle lavorazioni a fini Inail

La Cassazione, con sentenza 25020/2014, ha affermato che ove un’impresa svolga più attività, per la determinazione dei premi Inail e della classificazione delle lavorazioni, deve essere sempre accertato quale, tra le lavorazioni svolte, assume la connotazione di lavorazione principale e se le ulteriori attività siano complementari e/o sussidiarie a quella principale, che ne consentano uno svolgimento ottimale e una più agevole, completa e rapida realizzazione delle finalità aziendali.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.