Assenze per malattia. Scarso rendimento e licenziamento legittimo

La Cassazione, con sentenza 18678/2014, ha affermato che le assenze per malattia, quando sono numerose, di breve durata, si verificano in occasione dell’adibizione del lavoratore a turni di lavoro di fine settimana o notturni e vengono dal medesimo comunicate senza adeguato preavviso rispetto all’inizio del turno di lavoro, seppur incolpevoli, possono incidere negativamente sulla produzione aziendale così da configurare scarso rendimento, poiché la prestazione di lavoro diviene non più utile per il datore di lavoro, che può legittimamente recedere dal rapporto, a nulla rilevando il mancato superamento del periodo di comporto.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.