Mobbing solo quando c’è causa effetto

La Cassazione, con sentenza 20230/2014, ha affermato che, nell’ambito del giudizio promosso da un dipendente che affermava la nullità del licenziamento irrogato dal datore di lavoro quale culmine di un comportamento ritorsivo e vessatorio, ha precisato i tratti distintivi e peculiari del mobbing nello specifico contesto lavorativo.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.