Conversione del rapporto di somministrazione a termine e indennità risarcitoria

La Cassazione, con sentenza 18861/2014, ha confermato che l’indennità risarcitoria onnicomprensiva prevista, in caso di conversione del rapporto da tempo determinato a indeterminato, dall’art. 32, comma 5, l. 183/2010, si applica anche alla conversione del contratto di somministrazione in capo all’utilizzatore. L’indennità, compresa tra 2,5 e 12 mensilità dell’ultima retribuzione globale di fatto, viene determinata secondo i criteri previsti dall’art. 8 l. 604/1966: dimensioni dell’azienda, numero dei dipendenti, anzianità di servizio, comportamento tenuto dalle parti e loro condizioni.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.