Disciplina del contratto a termine ai contratti di arruolamento a tempo determinato e “a viaggio"

Il Ministero del Lavoro, con interpello 24/2014, ha affermato che i nuovi limiti quantitativi del 20% e il tetto di cinque proroghe non si applicano ai contratti di arruolamento a tempo determinato e “a viaggio”, previsti nel settore marittimo dagli artt. 25 e 326 del Codice della navigazione, in quanto i limiti contro gli abusi già previsti dalla normativa speciale sono coerenti con quanto richiesto dal diritto comunitario.

Altre domande? Invia una richiesta

0 Commenti

Accedi per aggiungere un commento.